Di cosa si occupa il sostegno psicologico perinatale?

La psicologia perinatale si occupa del sostegno della madre, del padre, della coppia e della famiglia durante un arco di tempo che va dal concepimento fino ai primi anni di vita del bambino.

Il concepimento

Accompagnare l’individuo e/o la coppia nel percorso di Procreazione Medicalmente Assistita e attraverso le difficoltà psicologiche correlate al concepimento

Condividere i vissuti inerenti all’endometriosi e/o alle sue possibili conseguenze sul concepimento

Accompagnare l’individuo e/o la coppia nel percorso di transizione alle genitorialità, anche nei contesti di disabilità precocemente diagnosticate

La gravidanza

Accogliere i cambiamenti corporei e le modificazioni emotive e psicologiche durante la gravidanza

Gestire le difficoltà legate a una relazione con il cibo non funzionale

Condividere le preoccupazioni e le ansie inerenti alla gravidanza e/o al parto

Il parto

Elaborare i vissuti dolorosi legati a un parto complicato, difficoltoso oppure traumatico

Supportare l’individuo e/o i partners in seguito a un parto prematuro

La perdita

Sostenere l’individuo e/o la coppia in seguito a una perdita precoce, a un lutto perinatale, neonatale oppure a morte in culla

Accompagnare l’individuo e/o la coppia in seguito a un’interruzione di gravidanza

Il puerperio

Supportare nella gestione delle difficoltà emotive e relazionali nel puerperio, sia nella madre che nel padre

Depressione perinatale, sia materna che paterna

Criticità, dubbi o preoccupazioni inerenti all’allattamento, allo svezzamento, al pianto oppure alla gestione del sonno del neonato

La coppia e la famiglia

Accompagnare nella gestione delle difficoltà individuali, o di coppia, per quanto concerne il cambiamento dell’intimità e della sessualità, in gravidanza e/o nel post-parto

Supportare nella gestione della comunicazione di coppia e intra-familiare nei contesti di famiglie allargate, ricostituite, oppure nella gestione della comunicazione con eventuali fratellini e sorelline

Home visiting

Intervento domiciliare di breve durata, rivolto alle gestanti e alle donne nel post-parto, impossibilitate negli spostamenti oppure con difficoltà domestiche correlate alla gestione del neonato. Si propone come un accompagnamento nella scoperta delle proprie risorse o nel rafforzamento del senso di fiducia nelle proprie capacità. Per maggiori info, leggi il relativo l’articolo.

Come sono strutturati i colloqui?

Il percorso di sostegno è strutturato in un numero variabile di colloqui, che va da dai 4 ai 10. Il numero delle sedute viene concordato congiuntamente a seconda della difficoltà portata. Il primo colloquio, in presenza oppure online, viene anticipato da una telefonata in cui spiego le mie modalità di svolgimento.

La prima fase, più esplorativa e conoscitiva della problematica portata, viene detta consultazione e si estende ai primi 3/4 colloqui. I colloqui sono rivolti a: individui, ovvero alle donne e agli uomini in difficoltà; alle coppie che, con l’arrivo del/la bambino/a si sono trovati di fronte a una crisi di coppia; infine, alle famiglie che desiderano ricevere una chiave di lettura che coinvolge tutto il nucleo familiare.